Stadio Roma, Meis: "È piuttosto difficile costruire in un luogo con una storia così ricca". Ferebee: "Non sarà solo uno stadio, ma anche un'area commerciale"

30/04/2018 alle 23:10.
gettyimages-480650529

STADIA MAGAZINE - Dan Meis e Scott Ferebee, rispettivamente architetto e progettista dello Stadio della Roma, hanno rilasciato un'intervista. Ecco cosa hanno detto:

MEIS

"Dovresti davvero togliere l’intera struttura dello stadio e ricostruirla e questo potrebbe costare molto più di un nuovo stadio. La parte difficile è trovare un posto disponibile e abbastanza grande, ma una delle grandi sfide qui a Roma è il conflitto con le antichità. Il sito è già stato una struttura di corse di cavalli e le nostre prime analisi suggeriscono che non abbiamo molte possibilità di imbatterci in qualcosa di importante. Puoi immaginare che sia piuttosto rischioso costruire qualcosa di simile in un luogo con una storia così ricca. Fin dall’inizio volevamo che lo stadio fosse contemporaneo e moderno, ma anche fare riferimento ad una grande architettura come quella del Colosseo, cercando di non falsarla”.

FEREBEE

"L’edificio attuale è una struttura più antica ed è stato un ottimo servizio per la città, ma non è stato costruito per quello che un moderno spettatore dovrebbe avere. Il rinnovamento era assolutamente qualcosa che la Roma ha considerato, ma quando si sono guardati tutti gli aspetti richiesti, [lavori di costruzione] ci si è resi conto che i costi sarebbero stati così estesi che il ritorno sull’investimento non avrebbe avuto senso.

Pista da corsa?

Questo crea un problema di visibilità per le prime 10-15 file. I tifosi semplicemente non hanno una vista fantastica, quindi questo significa che queste prime file sono vuote. Non è un bell’aspetto, visto che lo stadio non si riempie mai e questo influenza l’esperienza dello stadio.

l club voleva anche migliorare il numero di opportunità di guadagno allo stadio, tra cui un aumento di posti per club, servizi per i tifosi e suite di lusso?

Queste sono cose che sarebbero state troppo impegnative per una ristrutturazione. Un altro livello di complessità è la scala che è stata progettata. Non è solo uno stadio ma anche un parco commerciale e un’area commerciale”.