Conferenza stampa, DI FRANCESCO: "E' un'occasione unica per me. Umiltà, entusiasmo e idea di gioco: questa la mia Roma". MONCHI: "Su Salah il prezzo lo facciamo noi. Zero possibilità che parta Ruediger"

14/06/2017 alle 14:08.
monchi-di-francesco

E' il giorno di . Oggi il nuovo allenatore della Roma terrà la sua prima conferenza stampa dopo l'ufficialità avvenuta nella giornata di ieri, quando è rientrato a Trigoria per iniziare la sua nuova avventura sulla panchina giallorossa. Queste le parole di :

Apre la conferenza il direttore sportivo Monchi. Queste le sue parole: "Buonasera, grazie per essere qui. Il motivo della conferenza stampa è la presentazione del nuovo allenatore della Roma, . Per me e per la Roma è un giorno felice, perché torna a casa uno di noi. Per me è molto importante: una volta che Luciano mi ha annunciato che avrebbe lasciato la Roma il mio obiettivo era chiaro, era Eusebio. Di questo sono molto contento, vorrei inoltre ringraziarlo per essere qui oggi".

Parla : "Prima di cominciare con le domande, volevo ringraziare , Gandini, e Monchi per questa opportunità. Per me è un'occasione unica e sono felice di raccoglierla".

Da avversario che idea si è fatto della Roma?
"E' una squadra molto competitiva, con giocatori interessanti a dir poco. Ha avuto davanti una squadra come la ma ha dimostrato di essere una squadra di livello top"

La Roma lo scorso anno ha ritrovato la Sud solo nel finale. Quanto può essere d'aiuto per la squadra?
"Avendolo vissuto in prima persona è fondamentale. Sono convinto che sarà il 12° uomo in campo, chi vive e veste questa maglia ha sensazioni uniche. Quello che voglio portare all'interno della mia squadra è un grande senso d'appartenenza a questa maglia"

La contraddizione dello scorso anno viene nelle coppe. Che idea si è fatto?
"Più che idee credo che ci dobbiamo preparare a lavorare sotto per ottenere maggiori successi in qualsiasi ambiente. Sono pronto a questa sfida. Di contraddittorio c'è che sono stati superati molti record, passa in secondo piano che questa squadra ha fatto 87 punti con un capocannoniere, per raggiungere un traguardo dobbiamo fare tutti qualcosa in più"

Per Monchi: anche in questa sessione di mercato dobbiamo aspettarci la vendita di titolari?
"Credo che già nella mia prima conferenza abbiamo parlato di argomenti simili. La Roma non ha intenzione di vendere giocatori, la Roma ha l'intenzione di creare la miglior rosa per raggiungere i migliori obiettivi. E' vero l'interesse di un club inglese per , è vero che c'è stata un'offerta però è vero anche che il prezzo lo fa la Roma e decideremo noi a quale prezzo venderlo. Su : zero negoziazioni aperte, zero possibilità che parta"

Ha avuto modo di sentire ?
"Sì, la società ha parlato con per quello che sarà il suo futuro da dirigente. A breve dovrà dare una risposta, è ovvio che ho un legame particolare con lui, sarei molto contento di poter continuare a lavorare con lui anche se in un'altra veste"

Ha la percezione di essere arrivato in una città che ha fretta?
"Nel calcio c'è sempre fretta, ho la volontà di concentrarmi soltanto sul lavoro, che è determinante. Credo di poter trasmettere i valori di quest'ambiente, voglio trasmettere entusiasmo che deriva dai nostri comportamenti, dall'essere vicini alla gente, dall'essere sinceri e facendo risultati che sono alla base del calcio. Magari anche facendo divertire"

E' possibile che sia così difficile lavorare a Roma?
"Tanti problemi non me li pongo in questo momento. La cosa più importante di cui abbiamo parlato con il direttore in questo momento è creare grande compattezza, sapendo che durante il cammino ci saranno momenti facili e difficili. Quello che mi auguro è che sia un discorso in discesa per quanto riguarda i risultati. Sapendo che questo può essere un ambiente particolare, difficile, chiamatelo come volete ma sono sereno nell'affrontare quest'avventura"

Ha parlato con qualcuno dei suoi predecessori, ad esempio Zeman?
"Niente di particolare né con Zeman né con altri che mi hanno augurato il meglio. Ho tanti amici nel calcio, sono convinto che questa sarà un'esperienza che dal punto di vista di allenatore cambierà. Quello che dobbiamo trasmettere è consapevolezza e una grandissima ma grandissima, lo voglio sottolineare più volte, umiltà nel lavoro. I giocatori devono avere grandissima disponibilità per far diventare più grande questa Roma"

C'è una possibilità che venga Berardi?
"Delle possibilità risponde sempre il direttore. Del fatto che sia un ottimo calciatore ribadisco quello che ho detto un anno fa: l'ho visto crescere, ha grandissimi mezzi. Questo non significa che sia un obiettivo della Roma, parlo solo di un giocatore che credo sia di altissimo profilo"

Concorda con la società tutti gli acquisti o si adegua?
"Le scelte che facciamo come quella di Hector è stata pienamente condivisa col direttore. Io lavoro per questa società, quando le mie fortune sono le fortune della società, non siamo due entità separate. Noi lavoriamo per il bene della Roma, insieme cercheremo di mettere su una squadra molto forte...vero direttò (rivolgendosi a Monchi, ndr)?"

Domanda per Monchi: il futuro di e ?
"Nella risposta di prima c'è la risposta di adesso: la Roma non è supermercato, è una squadra che ha l'obiettivo di lottare per il campionato e va a rappresentare un paese in Europa. La nostra idea è mantenere la miglior squadra possibile, non esiste un club che non vende giocatori. Il problema non è vendere ma comprare male, se qualcuno esce bisognerà sostituirlo adeguatamente. Non c'è nessuna trattativa aperta per un giocatore tranne per "

E' un allenatore che pensa un calcio solo o è pronto ad adattarsi ad una realtà diversa?
"Sicuramente cambia allenare una squadra di provincia e una grande squadra. L'aspetto tattico può diventare differente perché spesso si vanno a dominare le partite. Però anche allenando una squadra piccola come il non ho mai avuto un atteggiamento remissivo. Il mio calcio si dice spesso è solo verticalità, dipende dove si gioca, come si gioca. Partiremo da un sistema di gioco col quale mi posso esprimere meglio che è il , che può cambiare durante la gara in 4-2-4 e , chiamatelo come volete"

Per Monchi: visto che ha annunciato un acquisto di cui nessuno aveva parlato, ci possiamo aspettare un altro giocatore nei prossimi giorni?
"Il mio obiettivo non è acquistare giocatori di cui non avete parlato. Ci sono giocatori di cui si parla che potrebbero effettivamente essere nostri obiettivi. Come dice il mister lavoriamo insieme, già conosco perfettamente il profilo dei giocatori che chiede, sappiamo perfettamente che posizioni abbiamo bisogno di coprire. Sinceramente però non vedo nel brevissimo periodo una sorpresa"

come lo vedi nel tuo centrocampo? Ci sarà un ruolo per Pellegrini?
"E' un giocatore molto interessante, sapete che la società ci sta lavorando. E' un'ottima mezzala, ha avuto una crescita impressionante. Per quanto riguarda , da mezzala può far benissimo 18 gol. Partendo un po' più spostato potrebbe venire facilitati i suoi inserimenti senza palla, poi ci sta l'intelligenza delle situazioni: non dico in sviluppo ma in dinamica ci sta di poter cambiare l'assetto. Voglio dire una cosa: sono stato scelto perché ho un certo tipo di calcio ed è giusto che trasmetta il mio calcio"

Per Monchi: tra le trattative c'è quella per un secondo ?
"La Roma ha tre portieri, , Skorupski e con i quali siamo coperti. Diverso se qualcuno dovesse partire però per ora siamo coperti"

Hai sempre detto che per fare il tuo calcio hai bisogno di tanti attaccanti. La società si sta adoperando per questo?
"Certamente si sta operando perché chi spremo di più sono gli esterni d'attacco e le mezzali, abbiamo bisogno di giocatori di qualità per poter competere in tutte e tre le competizioni"

Quale obiettivo centrato ti renderebbe contento a fine stagione?
"Non voglio fare proclami, tutti quanti dobbiamo avere un profilo basso: ho parlato di umiltà nel lavoro, da questo possiamo arrivare ovunque. So quali sono le speranze delle persone. Quando uno arriva al campo e vede l'atmosfera giusta avremo già fatto un passo avanti e ci toglieremo grandi soddisfazioni"

Per Monchi: forse è uno dei più spagnoli tra i tecnici in Italia. E' vero che si è innamorato di lui nella sfida contro l'Athletic Bilbao?
"Di Eusebio mi sono innamorato per molte cose e non per una partita sola. Quello che ha fatto il ha fatto molto rumore nel mondo sportivo: quando si vede un percorso del genere uno inizia a guardare, a vedere come funziona. Non ho scelto Eusebio perché mi ricorda i tecnici spagnoli ma perché rappresenta molte delle cose di cui secondo me ha bisogno la Roma, su tutte la capacità di lavorare e competere"

Ha già un'idea per ?
"Auguriamoci prima di tutto che si metta a posto, è un giocatore che può fare tantissimi ruoli però voglio lavorare nella specificità dei ruoli, è un giocatore con grandi capacità nell'attacco della porta ma ha fatto benissimo anche il terzino. E' un giocatore che voglio allenare prima di dargli un ruolo"

Quanto è importante per lei la permanenza di ?
"La prima persona che ho chiamato quando sono diventato l'allenatore della Roma è stato . Credo che lui sia l'emblema del senso d'appartenenza, ho mio figlio che gioca nel e quando gli hanno chiesto chi fosse il suo idolo ha detto . Condivido, perché è il primo che quando un compagno segna corre ad abbracciarlo. Credo che sia il mio e il punto di riferimento in generale della squadra, al di là se sarà titolare o meno. Perché tutti meriteranno la loro chance"

è un giocatore su cui ha fiducia?
"Credo che tutti meritino una possibilità, Bruno è stato un giocatore abituato a giocare sempre a 5 però è un giocatore che tengo in grande considerazione e avrò dal primo ritiro a Pinzolo. Voglio lavorare con questi ragazzi per valutare anche le capacità d'apprendimento e di crescita"

Per Monchi: verrà riconfermato Bruno dopo il riscatto?
"Credo che il mister sia stato chiaro. E' un giocatore che conoscevo da Torino, mi è sempre piaciuto. E' uno che deve recuperare il livello competitivo di Torino e credo che col lavoro di ci riuscirà"

e sono due giocatori che rispecchiano il profilo ideale?
"Sicuramente sì, lo ritengo un centrocampista centrale nel mentre è un'ottima mezzala e lo ha dimostrato nella crescita dimostrata nell'ultimo periodo. E' tornato ad essere un giocatore trascinante, un capitano in campo"