Trigoria, si è svolta l'assemblea degli azionisti. GANDINI: "Stadio? Ottimisti di giocarci nel 2020/21" (FOTO)

10/04/2017 alle 15:19.
whatsapp-image-2017-04-10-at-14-55-58

DA TRIGORIA EMANUELE ZOTTI - Alle ore 15, presso il quartier generale della Roma a Trigoria, si è svolta la seduta dell'assemblea degli azionisti, chiusa con l'approvazione della delibera. Questo l'ordine del giorno odierno, reso noto dalla società in un precedente comunicato: "Provvedimenti ai sensi dell'art. 2446 cod. civ. (Riduzione del capitale per perdite), delibere inerenti e conseguenti".

LIVE:

17.52 - Esito Votazione ordine del giorno:

Partecipanti votazione 28
Favorevoli 99.94% delle azioni
Contrari 0.0000003% delle azioni

Delibera approvata, l'assemblea si chiude.

17.48 - L'azionista Staderini replica: "La catastrofe di era per la Roma e non in generale, potete controllare il tweet della Roma con le sue parole. La mia domanda finale è questa: l’accordo per lo stadio non è risolto giusto? Non capisco infine perché non avete chiesto i tempi per trovare questo accordo“. Gandini risponde: “L’accordo per lo stadio è in corso. Non facciamo gli indovini, ma siamo ottimisti di giocare nel nostro stadio nella stagione 2020-21".

17.44 - L'azionista Fabio Palma replica: "Spero proprio che lo sia veramente tutto della Roma. Poi intorno allo stadio io avrei costruito una città dello sport. Il capitale è ancora del tutto insufficiente e avrei voluto uno straccetto di un bilancio finanziario. Se tutto fosse più chiaro e trasparente tutti saremmo più contenti e sereni. Anche i tifosi sarebbero tranquilli quando intervengono nelle pessime radio romane. Ora siamo secondi e cerchiamo di vivere più serenamente tutta questa situazione".

17.40 - L'azionista Campanile replica: "Capisco tutto, ma nell’unico documento che abbiamo si legge chiaramente che la Roma è estranea al progetto stadio . Come si fa a tutelare gli azionisti con degli investimenti estranei a Trigoria. Bisogna essere chiari. Lei dice una cosa che i suoi documenti non affermano, anzi. La proprietà è una cosa e la Roma è un’altra. Non capisce poi se nell’allegato C i punti vadano bene alla Roma. Poi quando saranno trovati questi accordi si farà un evento per noi azionisti?“. Risponde : "L’azienda di è la stessa di quella della Roma. Poi si valuterà la mossa più utile economicamente parlando per la società. Infine quando avremo trovato tutti gli accordi saremo lieti di invitarvi tutti quanti per farvi vedere tutto".

17.20 - Interviene il Mauro : "Andiamo in ordine sparso cercando di rispondere a tutti. Credo che sia più utile fare un discorso generico. Facendo una brave cronistoria delle finanze della società in quest’anno siamo arrivati ad un bilancio di ricavi di 220 milioni con soli 14 milioni di perdite. Questi sono degli indici chiari di una crescita finanziaria. Il bilancio poi è tornato ad essere positivo. Il patrimonio è arrivato a oltre 130 milioni. Importanti sono state le molte plusvalenze attuate in questi anni. La scelta è stata quella a provvedere ad un risanamento finanziario ma anche a come farlo. Si potevano ridurre i costi di gestione che avrebbe però determinato la competitività della squadra. E’ stato fatto questo percorso che ha mantenuto alta la competitività e i ricavi a lungo raggio saranno sicuramente migliori. Questo sottolinea un contrasto rispetto a quello che avete detto voi azionisti. Il calcio è un’industria economica. I giocatori migliori che ti fanno raggiungere dei risultati ma costano ovviamente di più. la scelta è stata quella quindi di mantenere o aumentare la competitività. Ieri è stato raggiunto un record storico di media punti: sarà la stagione della Roma con più punti fatti. Era un percorso stretto, ma questa è una scelta che ha portato di non vendere nessuno quest’estate. Anche se ci sono state delle perdite nell’ultima semestrale. Abbiamo fatto questo perché si riteneva necessario raggiungere la , visto che solo dall’anno prossimo ci si qualificherà ai gironi grazie al piazzamento tra i primi 4 posti. Il capitale non è sceso a 59 milioni, ma anzi è salito a 59 dai 19 di base. Negli 86 milioni versati non andranno restituiti. Ripeto che chi investe nella Roma ha fatto queste scelte per rimanere sempre alta la competitività. Noi vogliamo ridurre dei costi, ci proveremo. Ma il nostro obiettivo principale è quello di aumentare la competitività. Qualificarsi alla aumenterebbe quasi di quattro volte le nostre finanze attuali. La ricerca dello sponsor è in corso. Stiamo cercando un partner ai nostri livelli, non abbiamo preso uno sponsor poverissimo perché sarebbe stato inutile. Brevemente parlo del mercato. Unicredit non è il finanziatore principale, non ha niente a che vedere con il tasso di interesse. I nostri finanziatori sono esteri. Parliamo anche dello stadio cercando di chiarire tutto. Non esiste una società di . Siamo andati a giocare a Lione e abbiamo fatto i complimenti per lo stadio. La loro struttura società è uguale alla nostra e a quella dello stadio. C’è una holding che gestisce le finanze dello stadio. Potrei far esempio anche di industrie elettriche che hanno un società di supporto che aiuta la costruzione. Spero di aver tranquillizzato l’azionista Staderini. Il tema dello stadio prevederà che tra Roma e la società ci siamo un accordo sui ricavi, che rimarranno alla società fino al risanamento dei debiti. Questa società non è di , l’accordo quindi non c’è. Non siamo ancora entrati nella fase della costruzione e quindi non ci sono gli elementi per trovare questo accordo. Non è vero che la conferenza dei servizi si è chiusa con la bocciatura definitiva del progetto. Il progetto è stato rivisitato. Sono in corso nuovi passaggi sia tecnici che amministrativi. In questi passaggi la Regione ha avviato la chiusura del vecchio progetto. Come noi pensiamo si andrà alla sostituzione del progetto con uno nuovo. Non capisco perché non vi piaccia il sito della Regione e di , chiarisce tutto in maniera dettagliata. La Roma ed Eurnova hanno scelto insieme al Comune e la zona è assolutamente idonea. Non ci sarà nessuna catastrofe, lo stadio si costruirà. ha parlato di catastrofe perché si riferiva anche alla possibile appetibilità di investitori esteri nella città di Roma e in Italia, perché se questa procedura falliva mostrava grandi lacune. I fatti hanno dimostrato che le istituzioni pubbliche che il sistema in Italia funziona e l’autorità stanno lavorando cercando di non danneggiare che vuole investire nel nostro paese. Zanzi poi è stato eletto a.d. molti mesi prima dell’accordo con il Comune, lui non non fa parte di questo accordo visto che è stato nominato nel 2013. Spero di aver chiarito tutti i passaggi".

17.05 - Vengono firmate le presenze, gli azionisti che potranno votare rimangono 28

17.03 - L'assemblea riprende con le domande poste dagli azionisti

16.29 - E' finito l'intervento degli azionisti. L'assemblea è ora in pausa per poi poter dare risposte esaurienti alle domande poste dagli azionisti

16.20 - L'intervento dell'azionista Fabio Palma: "Vorrei fare alcune semplici osservazioni: il capitale della Roma è insufficiente. Una società che viaggia su un fatturato sui 200 milioni e ha 59 milioni di capitale sociale si trova in difficoltà. Sarebbe stato possibile alzare il capitale a 100 milioni ma non è stato fatto. Si rimanderà tutto all’approvazione del prossimo bilancio. Si venderanno quei pochi giocatori vendibili e si proseguirà così. Mi permetto di ricordare al nostro brillante di guardare in casa nostra, più che a parlare solo di stadio. Qui si coccolano i giocatori, cosa che alla non accade. Giocatori che fanno visite mediche con un altro club e poi decidono di non andare più. Solo da noi i giocatori comandano? Gli allenatori comandano? Inutile pagare ingaggi stratosferici se non possiamo permettercelo. Forse è ora di chiudere un passato glorioso, finiamola con e . Rappresentano un problema, un ostacolo. Si è detto di lavorare sui giovani, evitiamo allora di confermare un allenatore che per tutto l’anno ha detto di voler vincere. Se la società dovesse mantenerlo non ci farebbe una bella figura. Non so quanti dirigenti abbiamo cambiato preposti alla ricerca di uno sponsor. Possibile nessuno ci sia riuscito? Non impariamo dagli errori. Si svendono e si regalano giocatori del vivaio perché gli allenatori non hanno il coraggio, gli attributi di schierare i 18enni. La Roma è andata avanti con una rosa di 22 giocatori quest’anno, si poteva arrivare alla fase cruciale della stagione non cotti, né troppo stressati. Non continuiamo a fare sempre gli stessi errori. Caro , so di essere fastidioso. Unicredit con noi applica dei tassi quasi da usura. Tanto ve ne fregate, gli azionisti di minoranza non sono mai stati una risorsa. Sullo stadio: non c’è bisogno di fare operazioni complicate, la Roma con un contratto di leasing vedrebbe decollare il valore patrimoniale"

16.10 - Prende la parola Walter Campanile di My Roma: "In che maniera la Roma guadagnerà dallo stadio? Nell’allegato C Eurnova propone delle condizioni alla AS Roma, ma alla Roma va bene? Che validità ha questo Allegato C? Lo stadio è stato presentato a tutti tranne che agli azionisti della Roma e vorremmo sapere come è possibile stabilizzare i ricavi della Roma dopo la costruzione dello stadio"

16.07 - Questo l'intervento dell'azionista Angeletti: "Questa società ha mantenuto la continuità aziendale, ma non c’è stato il salto di qualità. Dobbiamo sempre vendere i nostri prezzi pregiati per prendere qualcuno. Ormai si punta soltanto alle plusvalenze e così non si vincono i trofei. Ora ci sono anche da pagare 40 milioni per i riscatti di alcuni giocatori. Tra cui poi c’è che verrà pagato nel 2018. Incidono molto poi anche i prestiti di e . Non capisco perché è stato venduto a soli 5 milioni quando noi l’abbiamo pagato 10. Qua escono soltanto soldi, mentre alla entrano. L’allenatore e il ds chi saranno? Poi non ho capito bene perché abbiamo dovuto dare 1 milione di euro alla . L’attualità non mi sembra entusiasmante e il futuro è pieno di incognite. Io mi aspetto dei numeri importanti in futuro. Per noi incalliti tifosi i patimenti hanno i secoli contati"

15.50 - Gandini parla anche del progetto per il nuovo stadio: "Gli impegni finanziari per il sono a carico interamente dalla società costituita appositamente per la costruzione e la gestione dello stadio, società controllata dalla Neep Roma Holding".

15.40 - L'assemblea si occuperà anche di rispondere ad alcune osservazioni mosse dalla Consob, anche in merito al nuovo progetto dello

15.30 - L'ad Gandini parla della diminuzione dei ricavi: "La partecipazione all’Europa League, meno redditizia rispetto alla , lo stipendio dei tesserati tra cui pesano gli incentivi alla risoluzione dei contratti  o alla cessione a titolo temporaneo e le minori plusvalenze rispetto all’anno precedente".

15.19 - A rispondere alle domande degli azionisti ci sono, oltre a Gandini e , gli altri consiglieri Gianluca Cambareri, Benedetta Navarra (cda), Luca Amato (notaio) e Claudia Cattanei (consiglio sindacale)

15.12 - Presenti in assemblea sia il che l'amministratore delegato Gandini