Roma, la reazione che non c'è: solo 2 punti dalle rimonte, peggior media dell'era americana

26/11/2018 alle 13:11.
lp_8848735

LAROMA24.IT - Personalità e voglia di vincere. L'assenza della prima è stata lamentata più volte, per la seconda bastano le parole di Eusebio Di Francesco dopo il quarto ko stagionale. Parole che hanno il sapore dell'autodenuncia. La Roma va ko anche con l'Udinese, sconfitta destinata a far discutere almeno fino alla Champions, unico punto positivo di una stagione iniziata con premesse tutt'altro che entusiasmanti. I 7 miseri punti conquistati contro le ultime 6 squadre di Serie A è un dato che fotografa tutto. E non è il solo.

HANDICAP - Altri numeri riassumono meglio l'andamento altalenante della Roma di Di Francesco: nelle 68 partite complessive (tra campionato e coppe) nella sua gestione la Roma si è ritrovata in svantaggio ben 22 volte, quasi una volta su tre. Se ci limitiamo solo al campionato, quasi mai c'è stata la reazione. Quest'anno è capitato già 6 volte. Risultato? Solo due punti portati a casa al termine del 90' minuti. Prima con l'Atalanta, quando c'era stato il primo campanello d'allarme e la Roma era andata sotto per 3-1, riuscendo poi a recuperare in extremis. L'altro a Firenze, quando la punizione che stava subendo la Roma (merito della premiata ditta Banti-Orsato) era stata fin troppo severa fino al pari strappato da Florenzi. Poi tutti ko: a San Siro con il Milan, a Bologna, in casa con la Spal e per chiudere con la non irresistibile Udinese. Che, è bene ricordarlo, prima di ieri aveva raccolto solo un punto nelle precedenti 7 partite. L'anno scorso non era andata meglio: in 9 match di campionato la Roma si è ritrovata in svantaggio ed è riuscita a strappare appena 8 punti: 2 pareggi con Samp e Bologna e 2 vittorie, rispettivamente con Benevento e soprattutto con il Napoli.

PARALLELO - Dai tempi di Luis Enrique che non c'era una partenza simile in campionato. E proprio quella funesta stagione funge da termine di paragone più adeguato per i punti arrivati dalle rimonte: la media attuale è di 0,33 ed è addirittura peggiore di quella della stagione 2011/12, quando la Roma si era ritrovata sotto 14 volte ed è riuscita a portare a casa punti (10) solo in 4 occasioni (2 vittorie e 2 pareggi). Persino quella complessiva delle 2 stagione (0,66) è più bassa di quella dell'asturiano (0,71). Parallelo fin troppo evidente per non far stare tranquilli.

 


PUNTI DALLE RIMONTE, LA MEDIA STAGIONE PER STAGIONE

2018/19 0,33 (0 vittorie, 2 pareggi in 6 partite)
2017/18 0,89 (2 vittorie, 2 pareggi in 9 partite)
2016/17 2 (7 vittorie, 1 pareggio in 11 partite)
2015/16 1,33 (2 vittorie, 6 pareggi in 9 partite)
2014/15 1,09 (2 vittorie, 6 pareggi in 11 partite)
2013/14 1,33 (1 vittoria, 1 pareggio in 3 partite)
2012/13 1 (3 vittorie, 5 pareggi in 14 partite)
2011/12 0,71 (2 vittorie, 4 pareggi in 14)


QUANDO LA ROMA VA IN SVANTAGGIO: I RISULTATI DELLA GESTIONE DI FRANCESCO (in grassetto i risultati positivi)

Stagione 2017/18

Roma-Napoli 0-1
Juventus-Roma 1-0
Roma-Atalanta 1-2
Sampdoria-Roma 1-1 (da 1-0 a 1-1)
Roma-Sampdoria 0-1
Roma-Benevento 5-2 (da 0-1 a 4-1)
Roma-Milan 0-2
Napoli-Roma 2-4 (da 1-0 a 1-4)
Bologna-Roma 1-1 (da 1-0 a 1-1)

Stagione 2018/19

Roma-Atalanta 3-3 (da 1-3 a 3-3)
Milan-Roma 1-2 (da 1-0 a 1-1, poi 1-2)
Bologna-Roma 2-0
Roma-Spal 0-2
Fiorentina-Roma 1-1 (da 1-0 a 1-1)
Udinese-Roma 1-0

DDA